Crea sito

49 Stars rendono omaggio alle vittime di Orlando

Uno dei motivi principali per il quale adoriamo gli attori e le attrici delle serie tv e anche del cinema, è la loro bravura, il loro talento nella recitazione. Li idolatriamo per questo. Il successo, ai nostri occhi, li rende creature mistiche irraggiungibili provenienti da un pianeta che non sembra essere lo stesso che condividiamo. Ma poi loro fanno qualcosa di straordinariamente normale – qualcosa che nel meglio delle sue possibilità fa un comune mortale – ricordandoci che anche loro sono persone come noi. Scelgono una causa in cui credere, ci mettono la faccia, i soldi quando servono, il loro impegno; prendono posizione fino alla fine. Sono tante le celebrità impegnate attivamente nel sociale e questo li rende fonte di ispirazione. E al mondo, specialmente adesso, c’è sempre più bisogno di gente che ispiri altra gente a fare del bene e del buono. Così, a quasi un mese dalla triste strage di Orlando in cui sono morte 49 persone, 49 personaggi televisivi come Connie Britton, Sophia Bush, Darren Criss, Colton Haynes, Lady Gaga, Matt Bomer, (giusto per citarne alcuni), hanno aderito alla campagna di Human Rights Campaign girando un video tributo in onore delle vittime del “Pulse“. Un video di 18 minuti, in cui ognuno di loro ricorda i nomi di quei ragazzi e quelle ragazze, raccontando un pò della loro vita. C’è la storia di Luis Daniel Conde e Juan Pablo Rivera Velazquez, partner nel lavoro e anche nella vita: stavano insieme da 16 anni e sono morti insieme. C’è la storia di Brenda Lee Marquez McCool, la madre che ha salvato la vita al figlio facendogli da scudo; c’è quella di Akyra Monet Murray, la più giovane delle vittime: aveva solo 18 anni. C’è anche quella di Eddie Justice che durante la sparatoria ha inviato messaggi alla madre dicendole di chiamare il 911, che stava per morire e che le voleva bene. Lo screenshoot della conversazione il giorno dopo è diventato virale. Oppure quella di Jonathan Antonio Camuy Vega che ha salvato la vita della sua amica mettendosi in mezzo tra lei e il killer. Sono nomi che non devono essere dimenticati.

I motti della campagna “Stop The Hate” sono: “Metti fine alla violenza” e “Mostra al mondo che l’amore prende il sopravvento sull’odio“.

 

Carmen